Il tuo browser non supporta JavaScript!

Storie di serial killer

in uscita
sconto
15%
Storie di serial killer
titolo Storie di serial killer
sottotitolo Nella mente degli assassini seriali attraverso l’analisi della scrittura
autore
prefazione
argomenti Saggistica > Psicologia
collana Techne [saggistica], 16
editore Graphe.it
formato Libro
pagine 224
pubblicazione 2017
ISBN 9788893720182
Incipit Incipit PDF
Copertina HD Copertina HD
Scrivi un commento per questo prodotto
 

Abstract

Chi è il tipico serial killer? Un maschio, bianco, single, sulla trentina, emotivamente dissociato. È proprio così?
Promozione valida fino al 25/08/2017
Prossima pubblicazione, disponibile dal 26-08-2017
24,50 20,83
Condividi

Informazioni importanti

Il libro sarà disponibile a partire dal 26 agosto 2017.
Chi è il tipico serial killer? Secondo la definizione della serie televisiva Dexter si tratta di un maschio, bianco, single, sulla trentina, emotivamente dissociato. Ma è ancora così?

Per rispondere a questa domanda Lidia Fogarolo ha preso in considerazione un campione di quarantacinque scritture di serial killer, responsabili di un ampio ventaglio di aberrazioni che vanno dallo stupro seriale al cannibalismo. Un viaggio nell’inferno della psiche umana, che consente di toccare con mano l’eterogeneità di questi soggetti: anche solo sfogliando il testo, si evince con immediatezza l’incredibile diversità delle scritture, e quindi delle personalità coinvolte in questo tipo di reati, che riflette le problematiche esistenziali più disparate. La ricerca conferma l’impossibilità di identificare una struttura di personalità prevalente, seppure sia possibile riconoscere alcune problematiche ricorrenti, collegate a specifici segni grafologici che la studiosa tratta, suscitando l’interesse e il fascino per una disciplina – la grafologia – frutto di un articolato lavoro in ambito psicologico.

La maggior parte dei serial killer non sono dei disadattati sociali che vivono da soli. Non sono dei mostri e non necessariamente presentano segni di «stranezza». Molti serial killer si nascondono in piena vista dentro le loro comunità, hanno spesso casa e famiglia, esercitano un’attività professionale e sembrano essere normali membri della loro comunità. (FBI, 2008)

Lidia Fogarolo ci aiuta – in una riuscita commistione tra sensibilità e rigore scientifico – a guardare dentro l’abisso di nietzschiana memoria, sicuramente inquietante, ma incredibilmente e inspiegabilmente umano.

«Il lavoro della psicologa e grafologa Lidia Fogarolo, Storie di serial killer. Nella mente degli assassini seriali attraverso l’analisi della scrittura, tratta di cosiddetti mostri assicurati alla giustizia. Esseri umani in cammino lungo uno dei percorsi più estremi che si possano immaginare nella vasta landa delle umane negatività. Lo studio della grafologa nonché la scelta delle scritture analizzate nell’opera, pone in risalto una sua dote umana – pertanto professionale – non così scontata: l’onestà intellettuale». (Dalla prefazione di Andrea Biscàro)
 

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Rassegna stampa per Storie di serial killer

Articoli che parlano di Storie di serial killer

Intervista a Lidia Fogarolo autrice del saggio «Storie di serial killer. Nella mente degli assassini seriali attraverso l’analisi della scrittura».

Eventi collegati a Storie di serial killer

Sala Molinari, il 30.09.2017alle ore 09.30, via Lombroso, 16, Torino
laFeltrinelli Express, il 29.09.2017alle ore 18.00, Stazione Porta Nuova , Torino

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.