Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Non sono morti gli dèi

Non sono morti gli dèi
Titolo Non sono morti gli dèi
Sottotitolo Kavafis e l'eredità dell'Ellenismo. Antologia poetica con testo greco a fronte
Autore
Curatore
Introduzione
Traduttore
Argomento Narrativa Poesia
Collana Calligraphia [poesia], 27
Editore Graphe.it
Formato
libro Libro: brossura
Dimensioni 13,5x21, con alette
Pagine 224
Pubblicazione 04/2023
ISBN 9788893721912
 

Abstract

Un modo assolutamente rispettoso di leggere Kavafis, ma anche nuovo, profondamente illuminante, rivelatore di significati che forse finora erano sfuggiti a molti.
15,00
 
Spedito in 1/2 giorni

Kavafis aveva l’abitudine di selezionare con estrema cura i componimenti che considerava validi; li conservava in ordine cronologico e vi ritornava continuamente. Solo la morte del poeta pose fine all’incessante lavoro di rifinitura sui versi, cristallizzandoli nella forma in cui possiamo oggi leggerli ed esponendoli, così, alle possibilità della traduzione in altre lingue.

Trasportate in culture vicine ma di idioma differente, come è la nostra, le poesie di questo straordinario autore possono essere osservate un po’ più da lontano, e suscitare (come i panorami mediterranei) nuove prospettive di interpretazione.

È ciò che è accaduto ad Aldo Setaioli, curatore della raccolta: ha estratto dalla (tutto sommato esigua) produzione superstite di Kavafis le liriche che hanno un legame esplicito con la letteratura e la mitologia dell’antica Grecia, e con la storia e la cultura della terra d’origine e – soprattutto – dei nuovi paesi ai quali l’ellenismo si era esteso con la conquista di Alessandro Magno; quindi, le ha ridisposte in un ordine logico, ben più che cronologico, in base al periodo storico cui riservano qualche riferimento.

Il risultato è sorprendente: un modo assolutamente rispettoso di leggere l’opera, ma anche nuovo, profondamente illuminante, rivelatore di significati che forse finora erano sfuggiti a molti.

 

Biografia dell'autore

Konstantinos Kavafis

Konstantinos Kavafis

Nei settant’anni della sua vita, fra il 1863 e il 1933, Konstantinos Kavafis ha viaggiato nello spirito più largamente che sulle mappe: partito da Alessandria d’Egitto, dove era nato da genitori greci, vi fece ritorno a poco più di vent’anni dopo aver vissuto brevemente a Liverpool, Londra e Costantinopoli, spinto dagli accadimenti personali e internazionali. Vi resterà fino alla morte, lavorando come impiegato statale, giornalista, interprete e, per alcuni anni, agente di borsa, e, soprattutto, scrivendo poesie.

Solo 154 sono i componimenti pubblicati, sufficienti a testimoniare della profonda affezione verso alcune componenti della grecità arcaica ed ellenistica, intrise di una sensibilità forse più congeniale al poeta rispetto al mondo a lui contemporaneo.

Approfondimenti

 

Foto | elaborazione grafica di Eugenia Paffile a partire da una foto di Kavafis.

Rassegna stampa per Non sono morti gli dèi

Alfredo Sgroi recensisce la nostra edizione delle poesie di Kavafis.
Maria Milvia Morciano intervista Aldo Setaioli nel corso del programma Anima latina (dal minuto 13 del podcast)
Anna Maria Farabbi recensisce le poesia di Kavafis tradotte da Aldo Setaioli
Nello Spazio libri del TG3 Umbria Massimo Angeletti consiglia le poesie di Kavafis.
Recensione dell'antologia di Kavafis.
Silvia Stucchi recensisce le poesie di Kavafis.
Salvo Micciché recensisce la silloge curata da Aldo Setaioli.
Filomena Gagliardi recensisce le poesie di Kavafis.
Nicola Vacca scrive dell'antologia di Kavafis
Giusy Capone intervista Aldo Setaioli curatore dell'antologia di Kavafis
Nadia Scappini scrive dell'antologia poetica di Konstantinos Kavafis.
Sergio Valzania recensisce il libro curato da Aldo Setaioli (dal minuto 43.24)
Recensione delle poesie di Kavafis.
Antonio Pagliuso recensisce le poesie di Kavafis
Amedeo Anelli scrive del libro curato da Aldo Setaioli.
Cristiana Minelli recensisce l'antologia di Kavafis.
Cristiana Minelli recensisce l'antologia di Kavafis.
Segnalazione della pubblicazione dell'antologia curata da Aldo Setaioli

News e approfondimenti che parlano di: Non sono morti gli dèi

La dottoressa Alessandra Rozokoki, direttrice di Ricerca presso l’Accademia di Atene, recensisce l'antologia Non sono morti gli dèi di Konstantinos Kavafis, curata da Aldo Setaioli: è un'occasione imperdibile per scoprire o riscoprire uno dei più grandi poeti del XX secolo.
Sono tre le novità che la Graphe.it manda in libreria ad aprile 2023, tra storia, poesia e narrativa: scopri di più su questi nuovi libri.
Leggi l'intervista al professor Aldo Setaioli che ha realizzato una nuova traduzione delle poesie di Konstantinos Kavafis in libreria per Graphe.it.
Scopri le più belle poesie di Kavafis e leggi tutta la sua opera, come l'antologia Non sono morti gli dèi curata da Aldo Setaioli per Graphe.it
Scopri chi è stato Konstantinos Kavafis e leggi le sue poesie che sono un concentrato di cultura greca in chiave moderna.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.