Il tuo browser non supporta JavaScript!

L'arte di fare il cattivo: saggio di Carlo Lapucci

Se dico orco cosa ti viene in mente? Un personaggio delle favole, probabilmente. O uno de Il signore degli anelli. O ancora quel simpatico pasticcione tutto verde di Shrek, vero?

E poi? Poi forse la cronaca ti farà rammentare che il termine orco è spesso usato per indicare chi commette turpi reati nei confronti di minori.

Come è possibile, allora, che uno personaggio sia simpaticamente proposto da una certa industria come un modello per ragazze e ragazzi per andare al di là delle apparenze e contemporaneamente indichi anche una persona capace di fare del male ai più piccoli?

Come è nato questo gap? Come distinguere tra i due? Il fatto è che non si può, perché è stata compiuta un'operazione commerciale che è andata molto al di là della cultura e ha creato un prodotto difficilmente gestibile.

L'arte di fare il cattivo

“Nella nostra tradizione l’Orco esiste per essere vinto: l’educazione alla vita consiste non nell’evitare la paura, ma nel dominarla e vincerla.”

Non sono parole mie queste, ma di Carlo Lapucci, eminente studioso di tradizioni popolari italiane, che ha pubblicato con noi il libro L'arte di fare il cattivo. Ovvero origine, epifanie e metamorfosi dell'Orco.

Il professor Lapucci in questo breve saggio che ha visto la luce nella nostra collana Parva che si occupa di saggistica breve ripercorre, con la minuzia che lo contraddistingue, la genesi e l'evoluzione dell'Orco in modo da poterci fornire le coordinate sulle quali muoverci.

L'Orco delle fiabe ha una sua funzione: è il male che va vinto, sempre. È un personaggio né positivo, né allegro e tantomeno simpatico. Pedagogicamente parlando questa situazione pone diversi problemi educativi che è bene tenere presenti.

La moglie dell'orco

Un'ultima parola. La moglie dell'orco non è la principessa Fiona, ovviamente. Ma la Befana! Motivo in più per leggere anche l'altro saggio di Lapucci dedicato alla Befana e che ha per titolo La Vecchia dei camini.


L'arte di fare il cattivo

Ovvero origine, epifanie e metamorfosi dell'Orco

di Carlo Lapucci

editore: Graphe.it

pagine: 56

Chi è veramente l’Orco? Un excursus storico, antropologico, folcloristico su questa figura che tutti conosciamo (forse).

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.