Il tuo browser non supporta JavaScript!

In libreria: Attila l'unno. L'arco e la spada

Attila, il più famoso dei re barbari che sfidarono i Romani negli ultimi decenni dell’Impero di Occidente, visse dal 406 al 453 d.C.: morì che non aveva nemmeno cinquant'anni.

Su di lui, ci sono molte narrazioni: era il «Flagello di Dio»; dove passava non cresceva più l'erba; fu autore di immense stragi e chissà forse pure cannibale. Questa è la versione tramandata qui da noi, eredi degli antichi romani.

Nelle saghe germaniche, invece, Attila è visto come monarca saggio, leale e misericordioso. Gli ungheresi, che in parte si considerano eredi degli Unni, lo vedono come un eroe. 

Attila l'Unno

Il professor Mirko Rizzotto, già autore del fortunato saggio su Menandro il Conquistatore, analizza la figura di Attila nel libro Attila l’Unno. L’arco e la spada, in libreria per i tipi della Graphe.it edizioni, nella collana I condottieri diretta da Gaetano Passarelli.

Un libro per conoscere meglio questo personaggio complesso che usava metodi che non esiteremmo a definire brutali, ma anche dotato di una personalità fuori dal comune, tanto da farlo entrare nella memoria collettiva dell'Europa tutta.

 


Attila l'Unno

L'Arco e la Spada

di Mirko Rizzotto

editore: Graphe.it

pagine: 200

Di Attila sappiamo che era il «Flagello di Dio», ma per il resto rimane una figura misteriosa.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.