Il tuo browser non supporta JavaScript!

Terroristi nella storia antica: il tema affrontato dal libro

Etimologicamente parlando terrorismo vuol dire «portare terrore a qualcuno» o «terrorizzare qualcuno». E non è un fenomeno solo dei nostri giorni.

Quando si parla di terrorismo, tutti più o meno sappiamo cosa intendiamo. Se volessimo schematizzare, per parlare di terrorismo c’è bisogno di quattro punti chiave:

  1. manifestazioni in atti violenti di distruzione destinati a intimidire e terrorizzare la popolazione, provocando perdite umane e danni materiali;
  2. chi agisce – singoli o organizzazioni – non lo fa per interesse personale (vendetta, arricchimento o follia);
  3. i membri di un’organizzazione criminale cercano di commettere atti violenti senza essere identificati;
  4. l’atto terrorista è, seppur sui generis, di carattere politico dal momento che l’organizzazione pretende di distruggere l’ordine sociale e politico esistente o obbligare il potere a cambiare una decisione presa.

Come afferma anche la Treccani, il terrorismo non è un fenomeno tipico solo delle democrazie moderne. Episodi di terrorismo sono infatti avvenuti in vari periodi storici e sotto diversi regimi politici.

 

Terroristi nella storia antica

È per questo che il dottor Luca Montecchio prova a rileggere alcuni episodi dell’antichità romana – come, per esempio, il druidismo, o la clades Variana (in foto) o ancora i cosiddetti vespri asiatici – come episodi di terrorismo.

Magari qualche storico storcerà il naso perché, ufficialmente, questi eventi sono valutati dalla storiografia come dei semplici atti di guerra.

Ma sappiamo bene che uno sguardo nuovo a eventi che bene o male sembrano essere assodati è sempre necessario.

È in questo solco, quindi, che si colloca il saggio Terroristi nella storia antica. Atti di terrorismo nell’antichità romana di Luca Montecchio.

Se amate la storia, è una lettura che potrebbe stuzzicarvi.

Foto | Unknown after Friedrich Gunkel [Public domain], via Wikimedia Commons


Terroristi nella storia antica

Atti di terrorismo nell'antichità romana

di Luca Montecchio

editore: Graphe.it

pagine: 200

Le traversie dolorose che dovettero affrontare, in taluni momenti della storia, non pochi Romani possono pienamente inserirsi nell’ambito di atti terroristici dell’antichità.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verra' pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.