Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diventare adulti

Diventare adulti Diventare adulti

Riporto qui il testo di una mail che ho inviato a una ragazza quindicenne; l'avevo incontrata una sola volta, si era rivolta a me in un momento molto difficile nel rapporto con i suoi genitori in seguito al coming out.

***

Cara E.,

Forse quello che sto per scriverti non è proprio ciò che ti aspetti da me, ma penso sia la cosa migliore che possa dirti in questo momento.

Ti conosco da pochissimo e tanto poche sono le cose che so di te, ma ho letto nei tuoi occhi una tristezza infinita e non voglio che sfoci in una mancanza di speranza.

Desidero solo dirti che l’orientamento sessuale che in te hai scoperto è certamente una componente importantissima della tua persona, ma tu non sei solo una lesbica. Sei una giovane donna sensibile e intelligente che, come tutti gli adolescenti – anche se forse con una difficoltà in più (scusa se sono riduttiva) – sta cercando la sua strada per diventare la persona che sarà domani.

Punta su tutte le risorse che hai. All'inizio ti sembrerà un ripiego ma presto diventerà l’essenza della tua identità. Diventa una donna forte, grintosa, sicura di sé, capace di affrontare la vita.

Non è un invito a ribellarti, tutt’altro. Cerca fuori dalla tua famiglia gli interessi e gli stimoli che ti servono. Mi dirai che non ti danno la possibilità di coltivarli, ma hai un supporto importante: la scuola. Il liceo che frequenti è un ambiente stimolante grazie agli insegnanti e a ciò che con loro apprenderai, ma anche i compagni rappresenteranno nuovi stimoli. Sì, la scuola ti sarà di aiuto, fai in modo di farne parte in maniera costruttiva. Ottenere risultati positivi nello studio, cosa già di per sé fondamentale per te e per il tuo futuro, farà abbassare un po’ la guardia ai tuoi che ti daranno più fiducia (ti sembrerà un inganno, ma paradossalmente per tutti i genitori il risultato scolastico dei figli è l’unica cosa che conta). All'interno della scuola – visto che in altri ambiti non ti è permesso – cerca anche di interessarti a movimenti e associazioni, ce ne sono tante: Emergency, Amnesty, o movimenti per l’ambiente per i quali hai già mostrato interesse.

Se non potrai uscire di casa, potrai partecipare in tanti modi alla discussione in attesa di poterlo fare di persona. Anche gli scout possono essere una risorsa: abbiamo avuto diversi incontri con capi scout dell’AGESCI e si sono dimostrati molto più aperti di quanto pensassimo.

Non alzare un muro insormontabile tra te e i tuoi, l’esasperazione del conflitto non ti renderebbe la vita facile e tu hai bisogno di essere serena. Non ti dico di fingere di essere ciò che non sei o di dare false speranze, ma cerca di conquistare la loro fiducia con la serietà con cui costruisci ciò che pian piano diventerai: una donna adulta.

Lo so che non sarà facile e mi dirai che ci hai già provato, ma la cosa che posso dirti è che l’unica persona a cui devi dimostrare qualcosa sei tu, e solo dentro di te puoi trovare le risorse necessarie.

Poi ci sono sempre io, disposta a darti una mano e un sostegno come posso,

Ti abbraccio

Nella

Foto | Fanny Gustafsson via Unsplash

Come l'aria, in un abbraccio

Storie di genitori con figli e figlie lesbiche, gay, bisessuali, trans e queer

di Pier Luigi Gallucci

editore: Graphe.it

pagine: 158

Penso ai genitori che vedono orientamenti sessuali diversi nei figli: come gestire questo e accompagnare i figli e non nascondersi in un atteggiamento condannatorio. (papa Francesco)

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.