Il tuo browser non supporta JavaScript!

Breve storia dei capelli rossi: un nuovo titolo per la collana Parva

Breve storia dei capelli rossi: un nuovo titolo per la collana Parva Breve storia dei capelli rossi: un nuovo titolo per la collana Parva

Come dice il proverbio? «Barba rossa e mal colore, sotto il cielo non è peggiore». Ma anche no!

Arriva in libreria la Breve storia dei capelli rossi. Il libro è scritto da Giorgio Podestà, che è anche poeta e con noi ha pubblicato la silloge E fu il giorno in cui abbaiarono rose al tuo sguardo, e vede la luce nella collana Parva, di saggistica in pillole.

Perché un libro sulla storia dei capelli rossi? Almeno per tre motivi.

  1. Il primo è perché non esiste nel nostro mercato un libro del genere: sì, ci sono testi sulle capigliature, sulle acconciature e via dicendo, ma uno specifico sui capelli rossi non c'è. Eppure di capelli rossi è piena la storia, l'arte, la letteratura, il gossip…
  2. Qui si inserisce il secondo motivo: perché le persone dai capelli rossi sono sempre state oggetto di pregiudizi? Su di loro se ne dicono di tutti i colori, appunto! Avrebbero un cattivo odore, sarebbero inaffidabili, non riuscirebbero a contenere i loro appetiti sessuali. Tante e tali assurdità si sono dette sui rossi nel corso dei secoli, che nel XVII secolo c'era un medico che cercava spasmodicamente i cadaveri di giovani giustiziati dai capelli rossi, metteva a macerare i loro resti e poi ne ricavava una polvere da usare come medicamento…
  3. Infine perché donne e uomini dai capelli rossi non esistono solo nel nord Europa! Anche da noi ce ne sono e alla fine del libro, Giorgio Podestà ha inserito un lungo elenco di italiane e italiani famosi che hanno i capelli rossi (non tutti naturali, forse…)

Se hai voglia di farti un viaggio tra storia, arte, letteratura, moda, scienza seguendo il filo rosso, è il caso di dirlo!, dei capelli, la Breve storia dei capelli rossi di Giorgio Podestà è il libro che stai cercando.


Breve storia dei capelli rossi

di Giorgio Podestà

editore: Graphe.it

pagine: 82

Barba rossa e mal colore, sotto il cielo non è peggiore. Ma anche no!

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.