Il tuo browser non supporta JavaScript!

Intervista a Stefano Pastor, autore dell'eBook Bianco e Nero

Intervista a Stefano Pastor, autore dell'eBook Bianco e Nero Intervista a Stefano Pastor, autore dell'eBook Bianco e Nero
Bianco e Nero
autori: Stefano Pastor
formato: Ebook
prezzo:
€ 3,49
vai alla scheda »

Stefano Pastor, autore tra i più prolifici e versatili della scena letteraria italiana, ha scritto per eTales il racconto Bianco e Nero. Gli abbiamo rivolto qualche domanda.

Si dice che la migliore fantascienza, descrivendo scenari futuri o futuribili, esplori in realtà il presente. Il tuo racconto, pur non essendo propriamente fantascientifico, sembra muoversi in questa direzione...
Tutta la letteratura fantastica è la trasposizione di disagi e fermenti della società attuale. Nel fantastico è più facile proporre soluzioni che nella realtà non sarebbero attuabili. Pur in una trasposizione ucronica, Bianco e Nero affronta un problema che ci troviamo di fronte ogni giorno, in una società che ormai è diventata multietnica. Certi temi sono purtroppo universali e, se pur in forme diverse, si ripresentano in ogni ciclo storico.

Scrivi horror, thriller, noir, SF: qual è però il genere che preferisci?
Io amo il fantastico in tutte le sue forme. Ancora di più quando non è circoscritto da regole e confini. Quando ho l’occasione di lasciar galoppare la fantasia a briglia sciolta riesco a dare il meglio di me. Curiosamente finora le mie opere migliori sono thriller, anche se non è facile circoscrivere le mie storie in un genere soltanto. Non ci tengo a essere etichettato come uno scrittore di genere, quindi ho sempre cercato di scrivere storie di tutti i tipi. Quando c’è una trama che regge e che sa essere avvincente, ha poca importanza in quale direzione si svilupperà la storia.

Quali sono i tuoi modelli di riferimento?
La generazione di autori fantastici degli anni Ottanta e dei primi anni Novanta, che vede in testa Dean Koonz, Dan Simmons, Robert McCammon, ma anche autori più classici come Stephen King e Anne Rice. Anche Lovecraft e gli autori dei primi Weird Tales hanno aperto la mia immaginazione. Credo comunque che ogni cosa ci capiti di leggere e di vedere contribuisca ad accrescere il nostro immaginario, quindi le influenze sono molteplici.

Ultimo libro letto?
La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, di Ransom Riggs, un’avventura fantastica molto originale.

A cosa stai lavorando in questo periodo?
In questo momento sto scrivendo un thriller un po’ anomalo che non ha ancora un titolo definitivo. Dico anomalo perché pur avendo tutta la tensione e gli elementi di un thriller è però privo di omicidi. Diciamo che è una sfida, per vedere se è possibile spaventare il lettore anche senza l’artificio di macabri omicidi.

Progetti futuri?
Tanti e troppi! Nel primo trimestre del 2012 sono in previsione tre nuove pubblicazioni con tre diversi editori. Anche i libri sono molto diversi tra loro: I Giorni delle Bestie è una raccolta fantastico-horror, Ragnatela di cristallo un fantasy molto originale, mentre Stella, sempre restando nel regno della fantasia, è rivolta a un pubblico più giovane. Sto anche revisionando il romanzo L’Illusione, con cui sono stato uno dei vincitori del Torneo IoScrittore indetto da Gems, e che spero venga pubblicato entro l’anno. Oltre a questo non mancano mai nuove storie in gestazione che attendono solo di essere scritte.

L'autore: Luigi Milani
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.

Guarda tutti gli articoli scritti da Luigi Milani

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.