Il tuo browser non supporta JavaScript!

Di ciò che ci hai donato: la Via Crucis per l'uomo comune di Saverio Finotti

Di ciò che ci hai donato: la Via Crucis per l'uomo comune di Saverio Finotti Di ciò che ci hai donato: la Via Crucis per l'uomo comune di Saverio Finotti

Un povero cristo.

Chissà quante volte hai sentito, o forse anche pronunciato, questa frase in riferimento a una persona meno fortunata, diciamo così.

E se invece volessimo darle un significato un po' più letterale?

Di ciò che ci hai donato

Nel video di oggi ti parlo di un testo un po' particolare che abbiamo pubblicato. Si tratta di una Via Crucis. Ma non è il classico libretto di preghiere che si tengono soprattutto in Quaresima per ricordare la passione di Gesù. È un testo che mette insieme arte e spiritualità per provare ad aprire i nostri occhi sulla quotidianità.

Il titolo del libro è Di ciò che ci hai donato. Autore è don Saverio Finotti, padre spirituale del seminario dell'Ordinariato Militare in Italia. Le illustrazioni sono di Franco Morelli a cui si deve anche il sottotitolo: Via crucis per l'uomo comune.

C'è da notare che Franco Morelli è stato un artista di Ferrara che, dopo alcuni screzi con la comunità artistica locale, decise di non mostrare più in pubblico le sue opere. Dopo la sua morte, avvenuta nel 2004, la vedova ha deciso di far conoscere al mondo l'arte del marito. Ed è qui che incontriamo questa Via crucis, in cui il protagonista non è il Cristo che siamo abituati a vedere, ma un uomo comune, un povero Cristo, un uomo del popolo che ricorda i personaggi felliniani, come dice monsignor Vincenzo Paglia nella prefazione al volumetto. Uno come tanti, che è bullizzato, isolato, che muore solo in un letto d'ospedale… Quanta attualità, vero?

A queste immagini si affianca il commento preciso e profondo di don Saverio Finotti. Brevi riflessioni che forniscono input fondamentali per interpretare questa via crucis dell'uomo comune.

Infine, segnalo un profilo di Franco Morelli a cura di Gianni Cerioli.

Don Saverio Finotti inizia questa riflessione citando il grande padre David Maria Turoldo: «Non esiste un’arte religiosa e un’arte laica: esiste l’arte, oppure no». E qui, senza dubbio, siamo dinanzi a un tipo d'arte che non lascia indifferenti.


Di ciò che ci hai donato

Via Crucis per l'uomo comune

di Saverio Finotti

editore: Graphe.it

pagine: 88

Una Via Crucis tra arte e quotidianità per riflettere sulla nostra vita.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento